Quest'anno non siamo potuti andare a Pogerola a casa di Dario, il nostro classico punto di ritrovo per la pasquetta. Per fortuna abbiamo avuto altre proposte interessanti. Infine siamo andati nel giardino della nonna di Valentina a San Liborio a Piano di Sorrento. Abbiamo acquistato carne per 20 persone, pasta, affettati, formaggi, birre e vino. Ogni tanto pioveva, ma la brace ha resistito senza problemi. C'è stato un solo incidente, la ciotola di ceramica che conteneva il preparato piccante creato da Gennaro, si è spaccata a causa del calore rovesciando a terra parte del liquido. L'organizzazione è stata perfetta, ognuno si è dato da fare. Il menù è stato: bruschette, misto di salumi e formaggi, provole affumicate nelle foglie di limone, orecchiette con carote e zucchine, salsicce e costatelle, cioccolata, casatielli e pastiere. Otto litri di vino sono subito finiti. Infine per smaltire il cibo abbiamo giocato un po' a calcio. In serata siamo andati a comprare un gelato al Bar delle Rose e fatto quattro passi sulla spiaggia di Meta.