Martedì 14 siamo andati con Andrea e Terry a una degustazione guidata di cioccolato di Guido Gobino, in via Lagrange. L'evento è stato organizzato da Slow Food a 15 euro: un'occasione unica per assaggiare queste prelibatezze, che di solito costano molto. Abbiamo iniziato con una mini cassata siciliana accompagnata dallo sciroppo di granatina.
Intanto i maestri pasticcieri di Gobino ci hanno spiegato gli ingredienti usati. Il pezzo forte della degustazione è arrivato subito dopo, delle ganaches rinfrescanti da meditazione (thè nero, thè al gelsomino, eucalipto e arancia) davvero spettacolari. Abbiamo fatto più volte il bis perché sono davvero buonissime. Da bere ci hanno servito thè freddo miscela Summer (ananas, papaya, mango, mela, pesca e limone). Dopo tanta bontà eravamo già quasi pieni ma tra una chiacchiera e l'altra la degustazione è continuata con un dessert bianco con gelatina di Cassis accompagnato da un minuscolo macarones
bianco e argento e dallo sciroppo di sambuco. Claudia non aveva mai assaggiato il macarones e nemmeno io ne avevo mai mangiato uno così buono. Dopo è arrivato il bicchierino con il dessert doppio cioccolato con macarones ai frutti rossi e lo sciroppo di amarena, accompagnato da una cialdina Blend extra bitter 63%. Guido Gobino ci ha spiegato le difficoltà di produrre un cioccolato fondente che sia equilibrato oltre la percentuale del 70%. Già sazi, abbiamo concluso con un Bicerin estivo con 4 biscottini alla nocciola. L'unica nota negativa è stata il contenitore scelto per il Bicerin, simile a una provetta, che
non ciu ha consentito di sentire bene il sapore. Sazi e soddisfatti abbiamo fatto un giro per il negozio e siamo scesi nella sala usata per le degustazioni e occupata da un grande divano circolare di pelle.
Una cascata di cioccolato diffonde un profumino magnifico per tutto l'ambiente, le luci cambiano con il passare dei minuti, un orologio sul muro rallenta i secondi e il tempo sembra non passare mai. Dopo il giro siamo andati con Andrea e Terry al Jezz Club dove c'era un concerto. Abbiamo chiacchierato ancora un po' e poi siamo tornati a casa con ancora il gusto di cioccolato in bocca.