MERCOLEDI 14 LUGLIO Charlotte Gainsbourg (Piazza Castello)

GIOVEDI 15 LUGLIO The Specials, Paul Weller, Statuto (Reggia di Venaria)

VENERDI 16 LUGLIO Klaxons, Planet Turbo Show:Tiga, Erol Alkan, Azari & III, Giorgio Gigli (Reggia di Venaria)

SABATO 17 LUGLIO Seun Kuti & Fela’s Egypt 80, Afrika Bambaataa, Daniele Baldelli, DJ Ebreo (Reggia di Venaria)

Il Traffic è un appuntamento fisso per Torino. E' la tappa che segna l'estate in città ed è anche il più grande festival gratuito di musica in Italia. Ogni anno c'è un tema e i generi sono molto vari, ma mai commerciali. Questa volta, tra polemiche e tagli, Traffic è partito nel peggiore dei modi. Mercoledì 14 luglio in piazza Castello per il concerto di Charlotte Gainsbourg c'erano poche persone. Noi abbiamo ascoltato distrattamente perché Claudia si è fermata a parlare con le sue amiche in via Garibaldi e a giocare con Maia, la figlia di Delia e Mihai. Il giorno dopo, invece, siamo andati a Venaria per la serata ska. Non siamo arrivati in tempo per il concerto degli Statuto ma abbiamo comunque ascoltato un pezzetto di Paul Weller che è stato bravo. Si respirava una bella atmosfera da festival e, nonostante non ci fosse il pienone degli altri anni, comunque lo spazio dietro la reggia si è riempito. Questa volta gli organizzatori hanno coinvolto anche Slow Food e intorno al palco c'erano bancarelle che vendevano piatti di strada come il panino con la salsiccia cruda di Bra, la focaccia di Recco e il gelato di -18. Non c'era la puzza di cibo che di solito appesta l'aria anche se le persone sedute sull'erba a mangiare erano tante. Subito dopo hanno suonato The Specials, un gruppo molto famoso nell'ambiente ska ma a noi sconosciuto. Sono stati bravissimi e abbiamo ballato tanto. Inoltre abbiamo incontrato molti amici e chiacchierato con tutti. Peccato che ero stanco e siamo andati via a metà concerto. Venerdì c'è stata la serata dedicata all'elettronica. Siamo rimasti molto colpiti dai Klaxons che hanno suonato benissimo. Hanno trasmesso tanta energia e abbiamo ballato tutto il tempo. Poi è toccato ai Planet Turbo Show. Il primo a salire sul palco è stato Tiga. Mi hanno molto impressionato i giochi di luce. Ha creato anche una nebbia colorata sulla testa degli spettatori che poi si rifletteva sugli spalti. Difficile da spiegare, si vede bene nei video. Anche questa volta siamo andati via prima della fine del concerto perché avevo sonno. Sabato è stata la serata conclusiva, tutta dedicata alla musica africana. Non conoscevamo nessun gruppo in programma:Seun Kuti & Fela's Egypt 80, Africa Bambaataa, Daniele Baldelli e DJ Ebreo (gli ultimi due non li abbiamo visti). Il primo gruppo suonava musica tradizionale africana e c'erano due ballerine muovevano tantissimo il sedere proprio come nelle danze tradizionali. Il gruppo era composto da una decina di persone che sembravano tutte molto emozionate e felici di suonare davanti a tanta folla. Uno dei cantanti si muoveva in modo strano e aveva dei pantaloni ascellari color pastello un po' ridicoli. Ma sono stati simpatici e bravi. Dopo hanno suonato gli Africa Bambaataa, in realtà un solo omaccione di colore considerato uno dei padri dell'hip hop. C'erano ballerini sul palco e una voce di un italiano che incitava il pubblico a ballare. A Claudia non sono piaciuti tanto perché non ama il genere ma ha comunque ha ballato e si è divertita, anche perché con noi c'era la sua amica Elisa e il fidanzato. Il gruppo non voleva scendere dal palco e gli organizzatori l'hanno dovuto cacciare in malo modo. Anche noi siamo andati via. Nonostante le premesse non erano buone anche questa volta Traffic non ha deluso....non si possono sempre avere grandi nomi come i Sex Pistols gratis sotto casa! Speriamo che anche l'anno prossimo si faccia e non venga trasferito a Milano, come hanno minacciato gli organizzatori per colpa di politici del Pdl e della Lega che lo considerano uno spreco inutile.

Dopo il Salto i Video.