Il ritorno al proibizionismo.
La proposta di legge, tolleranza zero per chi beve, è di abbassare il limite alcolemico a 0,2 (oggi è 0,5 grammi) sta scatenando tantissime polemiche.
Riprendo alcune fresi dal blog vino.blogosfere.it:
"Partiamo dal presupposto che se si beve non si guida. Tutti d'accordo. Ma abbassare ulteriormente il limite è una soluzione?

Al volante solo astemi. Ci hanno provato con le tabelle alcolemiche, ci hanno provato bloccando la vendita degli alcolici dopo le 2. Il risultato è che gli incidenti continuano ad esserci, e i controlli sono sempre troppo pochi.

Il limite infatti potrebbe benissimo rimanere lo stesso e si potrebbero aumentare i controlli come suggerisce IlBlogdelPigrone. Ma i controlli costano e si sceglie la strada dell'abbassamento, cosicchè non sono solo i giovinispericolati a rischiare la sospensione della patente, ma chiunque.

Teledicoio commenta provocatoriamente di consegnare la patente a scopo preventivo. In realtà basta veramente molto poco per andare fuori dal limite. Si può bere solo una birra piccola o un bicchierino di superalcolico. Attenti a non mangiare poi anche un cioccolatino al liquore.

Come scrive DiegoGarcia dal prossimo anno non si potrà più uscire di casa per andare a prendere un digestivo al bar dopo cena e/o a mangiare fuori con gli amici o la ragazza. Come si fa a fare un buon pasto senza un buon bicchiere di vino di accompagnamento (uno solo d'accordo)?  

Nessuno dice di esagerare, ma studiare un altro sistema forse sì. JimMomo infatti si chiede di quanto abbasseranno il limite al prossimo incidente, e se si arriverà al proibizionismo. D'accordo con lui è StampaRassegnata."

Si arriverà che una persona dopo aver mangiato un babà o un Mon chéri correrà il rischio di vedersi ritirare la patente?
Inoltre visionando la tabella Istat relativa alle cause d'incidente  (preso dal bllog di Franco Ziliani) si può notare che gli incidenti  per ebbrezza da alcool sono al 2%

Non è che lo stato, utilizzi questi diversivi per distrarre il media da ben più gravi problemi?