Sabato sera abbiamo deciso di andare ad Asti per la sagra delle sagre e per la Douja Dor. Abbiamo avuto qualche piccolo inconveniente durante la marcia in autostrada perchè è saltato il fusibile dell'accendisigari, il navigatore si è scaricato e abbiamo perso molto tempo nelle aree di servizio per cambiare il pezzo che non riuscivamo a trovare. Poco prima dell'uscita di Asti c'era una enorme fila di auto, siamo rimasti in coda per un quarto d'ora poi abbiamo deciso di prendere l'uscita successiva, dove c'erano un po' meno macchine. Il traffico per il centro città era comunque bloccato quindi, per evitare di passare la sera in auto prima di arrivare in centro, abbiamo deciso di cambiare itinerario e spostarci a Dogliani per la sagra del Dolcetto. Il paese è in festa, una specie di notte bianca per onorare il loro vino, tanti concerti nelle piazze, eventi e banchetti di cibo. C'erano tanti ragazzi, noi abbiamo deciso di aderire alla raccolta dell'uva e alla pigiatura. Gli organizzatori ci hanno portato in un vigneto poco distante e dopo aver avuto ottime istruzioni, abbiamo iniziato a raccogliere l'uva. Il nostro accompagnatore ci ha risposto su tutte le domande che gli abbiamo posto. Dopo aver preparato una cassa di Barbera siamo scesi in paese e Claudia,  con il resto del gruppo, ha iniziato a pigiare l'uva con i piedi. C'è anche chi ha bevuto il mosto appena preparato. Verso le due siamo ritornati a Torino.