Per la prima volta siamo stati alla fiera del Rapulè a Calosso. Ce ne avevano parlato molto bene e non siamo rimasti delusi. La festa è organizzata nei tanti "crutin" del paese, bellissime cantine scavate nella pietra e arredate in modo molto rustico. Purtroppo siamo arrivati tardi e molte cose da mangiare erano già finite per la troppa affluenza. Anche parecchie degustazioni di vini, erano quasi agli sgoccioli. E' stato comunque molto bello passeggiare per il paese e inoltrarsi per i crutin alla scoperta di banchetti di vino e produttori. Abbiamo assaggiato e comprato molte bottiglie di moscato, tra i quali quelli di Scagliola. Da mangiare, abbiamo assaggiato una zuppa di fagioli e costine, del pane farcito e delle cialde calde fatte in stampi antichi di metallo. Sulla strada del ritorno abbiamo comprato dei funghi porcini da un banchetto ambulante e fatto un giro per le splendide vigne che circondano la zona.